Scroll Top

La Chiesa sul confine

La chiesa sul confine
Zenna, Chiesa della Beata Vergine delle Grazie
Testo e ricerche di Federico Crimi
Foto Daniela Domestici
La Chiesa della Beata Vergine delle Grazie a Zenna, quasi sulla riva del lago (a dire il vero oggi separata dalla costa per via del continuo allargamento della strada litoranea), è l’ultima chiesa d’Italia. Zenna, infatti, è una piccola località dipendente da Pino (oggi comune di Maccagno con Pino e Veddasca) caratterizzata, principalmente, per la frontiera con la Confederazione Elvetica:
la dogana è a pochi metri.
L’edificio si presenta in forme semplici, dovute a un intervento settecentesco (un’aula unica, coperta a volta, con abside semicircolare) ed eleva la sua facciata ai piedi di un’erta salita, ossia lungo l’antico tracciato che collegava la riva del lago con l’abitato di Pino, arroccato sul colle e noto nelle cronache medievali come l’inespugnabile “saxo di Pino”.
La strada verso l’abitato principale, il ponte poco distante e l’antichità  dell’impianto urbano del nucleo di Zenna (dove, anche se rimaneggiata, sembra sopravvivere una torre svettante sulle case) inducono a ritenere che il luogo fosse oggetto di devozione popolare già secoli prima della costruzione dell’oratorio odierno.
Sfoglia e leggi tutte le altre informazioni
Come raggiungere il luogo

Post Correlati